Ci risiamo….

Sono riprese le scuole, si ricomincia a vedere in giro studenti..senza mascherina.

Contrariamente a quanto più volte affermato sia da politici che dai media, la “pazza estate”, a parte qualche isolato focolaio, non è stata la causa della seconda ondata; se così fosse stato avremmo visto il picco ad agosto, settembre, cosa che come si vede dal grafico (fonte GIMBE confermati dal Ministero della Salute) non è.

In tutte le interviste televisive i vari onnipresenti virologi hanno sempre affermato, e concordo, che la situazione del giorno fotografa quella di 15 giorni precedenti, per effetto del tempo di incubazione etc etc.

Ebbene, nel grafico allegato si può vedere come la risalita decisa dei contagi si colloca 15-20 giorni dall’inizio della scuola; anche se all’interno della scuola erano in atto tutte le precauzioni del caso, gli assembramenti al di fuori e nei mezzi di trasporto e senza protezioni è stata la causa principale dell’aumento dei contagi

E’ chiaro che il problema non è all’interno della scuola dove le regole sono precise, e che la scuola è importantissima, ma evidentemente l’insegnamento della prima ondata non ha insegnato niente; come dicevo sopra i comportamenti all’esterno non sono cambiati o cambiati poco, e questo, sperando di sbagliarmi, non promette bene, soprattutto se lo sommiamo agli assembramenti di questi giorni nei supermercati.

Come ho avuto modo di dire in un altro post, anche dai dati epidemiologici la maggior incidenza in senso positivo relativamente alla riduzione dei contagi si è avuta con l’uso corretto della mascherina; è anche una stagione nella quale non dà fastidio più di tanto, usiamola e facciamola usare, ci salvaguarderà dalla terza ondata

Previous Post

Obesità, infiammazione …e COVID19

Next Post

Morti COVID e non COVID

Related Posts
Total
0
Share