Spry nasale e covid

Da sempre a chi contrae il Covid, oltre al trattamento con aspirina e antinfiammatori, ho sempre consigliato l’utilizzo di uno spry nasale che contiene solfato di rame, un prodotto normalmente in commercio (Narlisim)
Il rame è un potente antisettico, sia nei confronti dei batteri che dei virus.
Il presupposto logico è che il luogo di prima colonizzazione del virus, il luogo dove prima si moltiplica e da dove successivamente parte alla carica è il rino-faringe.

L’ho anche consigliato, a titolo profilattico, a chi ha avuto il forte sospetto di essere venuto a contatto con pazienti positivi
Mi fa piacere che la strada che ho percorso, supportata solo da considerazioni logiche, trovi riscontri scientifici

https://www.google.com/amp/s/www.lastampa.it/cronaca/2021/05/12/news/genova-al-via-i-test-dello-spray-nasale-anti-covid-1.40263770/amp/
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post

Il cibo più inutile e dannoso: lo zucchero

Next Post

COVID: istruzioni per l’uso

Related Posts
Total
0
Share