Una proposta sensata

Una proposta sensata
Ieri si sono riuniti i presidenti di regione e, tramite il loro portavoce ufficiale, hanno inoltrato al Ministero della Salute la richiesta di superare il parametro dei contagi per definire le zone a rischio (rossa, gialla etc ) e di affidarsi invece ai dati sulla occupazione dei letti in ospedale.
La variante Delta sta indubitabilmente facendo innalzare il numero dei contagi, in compenso l’occupazione dei posti letto è in calo.


Anche se alcuni studi, vedi quello israeliano, affermano una riduzione significativa della protezione dei vaccini nei confronti della variante Delta, la riduzione dei posti letto sta a sottolineare che comunque i vaccini proteggono dalla malattia grave: se la malattia si riduce, per effetto del vaccino, ad una semplice forma influenzale, non rappresenta un problema sanitario tale da effettuare restrizioni


Il problema oggi in Italia è rappresentato da quell’importante numero di over 60 non ancora vaccinati, categoria di età estremamente a rischio di sviluppare malattia grave, e sulla quale la variante Delta potrebbe trovare terreno fertile.Gli attuali ricoverati sono praticamente tutti non vaccinati, a dimostrazione che i vaccini quanto meno proteggono dalla forma grave
L’estate finisce presto e, per non ritrovarci nelle stesse condizioni dello scorso anno è importante che il tasso di vaccinazioni sia più alto possibile.


Manteniamo alta l’attenzione pur godendoci l’estate, e vacciniamoci. Per chi ha timore relativamente alla supposta ipotesi si tratti di vaccini sperimentali, si consideri che al 7 di luglio sono stati somministrati nel mondo 3.321.279.848 vaccini: nessun farmaco di uso comune o vaccino ha avuto una tale sperimentazione sul campo

Previous Post

Eterologa sì/no

Related Posts
Total
155
Share